ACQUISIZIONE SCHEDE TECNICHE

Si passa all'acquisizione delle schede tecniche delle singole componenti che saranno oggetto di manutenzione. Questo è un passo molto importante e spesso sottovalutato, in quanto la valutazione delle operazioni di manutenzione da effettuare che può dare un qualunque tecnico, per quanto capace ed affidabile, non potrà mai tenere conto di tutte le valutazioni effettuate dal produttore dell'apparecchiatura.

Infatti, al momento del progetto di una qualunque componente, vengono determinati i tipi di materiali - scelti in base ai carichi di lavoro calcolati in sede di progetto, ai cicli di vita previsti,alle presumibili usure - le modalità di accoppiamento con le indispensabili tolleranze, gli attriti in gioco con relativi innalzamenti termici (fattori in base ai quali vengono determinate le caratteristiche di eventuali lubrificanti) e tutto quant'altro è necessario per garantire il funzionamento dell'apparecchiatura.

Successivamente vengono svolti i collaudi e le prove di fatica e di resistenza con eventuali aggiustamenti e ricalibrazioni di quanto determinato in fase progettuale, dati che vengono costantemente aggiornati con i rientri dalle forniture, notizie di guasti frequenti o difformità riscontrate dai vai utilizzatori.

In base a quanto descritto il produttore determina la frequenza ed il tipo di interventi di manutenzione da effettuare sull'apparecchiatura: è comprensibile pertanto come nemmeno il miglior tecnico - in assenza dei parametri suddetti - possa determinare la tipologia e la frequenza di interventi da effettuare.

Ecco perchè si rende indispensabile, ai fini di una corretta manutenzione, acquisire i dati e le schede tecniche dal produttore ed attenersi scrupolosamente alle indicazioni in esse contenute.

A questo punto si può passare alla pianificazione degli interventi per ogni singola apparecchiatura.